domenica

12 giugno 2011 § 4 commenti

la domenica è un’amante crudele, mi accarezza
sotto le coperte per poi scalciarmi giù dal letto senza un bacio.
io le ho detto che volevo aver sonno.

ecco, ha risposto, volevi aver sonno,
invece ti sei guadagnata una giornata da subito
con la poesia in agguato dietro le porte come un giovane gatto.
quando passi, se ci starai attento, sarà appisolato.
quando non ci farai più caso, allora ti morderà le caviglie per poi darsela a gambe.
non volevi aver sonno. volevi non pensare alla poesia.
comunque non l’hai fatto. e lei è entrata
dalla finestra della cucina e ha spento il bollitore.
poi si è infilata nella borsa, quindi fra i circuiti del laptop
e ora che siedi a guardare un film irlandese
ti siede in braccio, la testa contro il tuo sterno, a guardarti le dita.

Annunci

Dove sono?

Stai visualizzando gli archivi per giugno, 2011 su greta rosso.