Lo strappo

8 aprile 2021 § 1 Commento

Sono nel mezzo.
Sono nel mezzo di una cosa chiamata
vita, abbottonata stretta, pettinata
tirando i capelli e lasciata superare
gli schemi.
Sono nel mezzo di una cosa chiamata vita, sono
non conveniente, sono un peso insostenibile,
sono virulenta e ammaccata, acciaccata, nel mezzo
della vita e dalla vita attaccata.
Sono così abbottonata che ho freddo,
il sangue scorre seguendo vie alternative e non
effettive, sono una poetessa che non può essere poetessa,
sono la cosa che scarta gli agi, le scorciatoie, i concimi.
Sono incolta e invasa da sterpaglie.
Sono abbottonata e scartata nel mezzo della vita e cresco storta
forte ma storta
mentre cresco la figlia dritta e sono ancora più storta
e amorevolmente ripiegata su di lei, la figlia, per la quale
predispongo cose non abbottonate, percorsi non obbligati.
Sono nel mezzo della vita e sovrana di una stagione apolide
regolata da regole in costante divenire
interfacciata a sistemi sperimentali e quasi obsoleti
slacciata e abbottonata, sono nel mezzo, sono prossima e
trapassata, sono nel mezzo, nonostante la
vita.

Dove sono?

Stai visualizzando gli archivi per aprile, 2021 su greta rosso.