alveo

23 agosto 2020 § Lascia un commento

ah, pëtr, bicchieri,
come transitano per le sale sovraffollate
spostando minima aria,
le pietre levigate dello sgomento,
gridare verso il lastrico,
prendersi per mano di nascosto
e nei momenti di maggior affluenza,
salutarsi per nome e per nome
richiamare l’attenzione,
pacatamente, una mano sul seno,
fissamente negli occhi,
lo slabbramento del cuore promulgato
e rispettato pedissequamente,
e infine sentirsi dire
ti porto a bere una birra
è l’unica vita che ho

un pezzo d’amore

9 agosto 2020 § Lascia un commento

con la musica che sale e scende gli inverni
portandoci su strade incompatibili
i violini che tagliano la carne delle mani:
tu riaffiori da un antro pulitissimo
dove il suono spazza e rade
e insieme seguiamo un corridoio che ci conduce
alla fine del tempo, dove siamo, dove
esistere è un dettaglio trascurabile,
dove la polvere si deposita
sui seni così roventi dell’amore,
ridisegnandoli di una parola nuova,
piccolissima, mai detta.

Dove sono?

Stai visualizzando gli archivi per agosto, 2020 su greta rosso.