sinan

15 luglio 2020 § Lascia un commento

si incontrano sovente
nei pressi della gestazione
lui le prende la mano con decisione
mettendosela in bocca
come il pane che accresce i corpi e li intreccia e li fermenta

con quei buchi nel collo dove ordinare
successivamente
i cuori insperati

dove gli amanti alloggiano supini
pallidi e masticati dall’estate
arati e vangati e gonfi di frutti

come i bambini increati e puri che parlano loro
dalle screpolature dei muri
e lui le dice, dopo un lungo silenzio:
non dire niente, siamo la quinta stagione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo sinan su greta rosso.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: