Jack&Jack

22 maggio 2020 § 2 commenti

un giorno ti porterò al mare in riviera adriatica
sulla spiaggia attrezzata, ti spoglierò viva
pensandoti sugli scogli artificiali che
ostacolano la corrente, ti farò un divano
sugli scalini delle cattedrali mai ristrutturate
di tutte quelle poche città che ho amato
alla follia e riamerei ogni giorno, ti leggerò
le storielle di rodari con la gatta che mi fa le
fusa sui piedi, ti farò le conserve, i dipinti
riprodotti coi numerini, le riserve di caccia
delle donne che escono con le amiche
il sabato sera, ti racconterò di quante volte
ogni sera mi innamoro per cinque secondi
mentre lavoro, e mi si scioglie il cuore di
tenerezza mentre tengo le gambe molto strette
passando da una sala a una cantina, e lì
mi fermo un istante, a immaginare queste vite
che ho e che non sono la mia, mentre ti porto
al mare, in città, in questo versificare sempre
uguale che scriviamo diversi e specchiati,
mentre ci litighiamo un giorno.

§ 2 risposte a Jack&Jack

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Jack&Jack su greta rosso.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: