Jack&Jack

19 maggio 2017 § 2 commenti

C’erano gesti che lei non aveva mai preso in considerazione.
Per esempio, bere acqua da un bicchiere,
sola, a casa sua. Come ospite o nel pieno
dell’etichetta, anziché accostare la bocca al
rubinetto o riempire una bottiglietta acquistata al bar.
Bere acqua da un bicchiere, sola, a casa sua,
diventava all’imprevista una luce, un atto
docilmente reazionario, una vacanza, essere
un’ospite di una certa levatura. Nel bere sarebbe stato
bello mettersi una camicetta, un paio d’orecchini
addirittura. Le spiaceva molto quindi – come un imbroglio –
non essersi nemmeno lavata il viso, o i denti,
e indossare quegli indumenti quotidiani che così
bene descrivevano il bicchiere come un bicchiere,
un contenitore approntato per ospitare brevemente
un contenuto, che poi era il semplice fatto di avere
sete, cambiare l’aria nell’appartamento.

Annunci

§ 2 risposte a Jack&Jack

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Jack&Jack su greta rosso.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: