Lo strappo.

6 luglio 2016 § Lascia un commento

Nadia, com’è pallida di fronte a te
ogni insurrezione, e lui ti toccherebbe
i capelli per poi stringerli fra le sue dita
tirarli e impastarli e farti – molto piano –
sua. C’è una città nei pressi della fluttuazione
dove lui all’improvviso ti pensa molto
e in quel momento tu ti premi forte
una mano sul petto, perché l’aria non
svapori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Lo strappo. su greta rosso.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: