l’insostenibile

1 febbraio 2016 § Lascia un commento

è sempre un’angoscia precristiana
ma espressa in termini di religione
e dogma, il rendersi animale dell’umano
sul limite ultimo del pensiero,
un vuoto dissociativo per cui le mani
tornano a terra, a smuovere il terreno –
rigano il vetro, fanno tremare gli
astanti in un disagio più che epidermico:
dove tuona la parola che divide, facendo
di quattro persone quattro inconciliabili
popoli. e la proliferazione non si arresta,
siamo trasportati verso irreparabili
separazioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo l’insostenibile su greta rosso.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: