cantiere

22 gennaio 2015 § 1 Commento

pertanto interrogo i tuoi pori e loro
urlano nell’ora azzurrina del mattino
d’inverno, la tua pelle trascurata e
amata, tutta da vedere, vera e non
replicabile. ci disgreghiamo ogni
giorno nonostante ci siano esempi
di unità da seguire, in mutazione
ogni minuto e mai uguali – i tuoi
pori che conosco e non conosco,
la realtà sulla quale restiamo in
equilibrio costante e precario con
le mani ben salde al polsi.

§ Una risposta a cantiere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo cantiere su greta rosso.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: