l’ago e il pennello

30 novembre 2014 § Lascia un commento

oggi non possiede che un maglione
infeltrito al quale rendere conto, o la
molletta di plastica che malamente
trattiene la massa dei capelli poco
sopra la nuca. l’usura del tessuto
crea, nel pantalone, una sacca di
sconforto appena sotto il ginocchio,
quando lei è in piedi non ne terrebbe
conto, ma accadono specchi a renderle
l’immagine impietosa della sua figura
abbandonata sull’orlo dell’inverno,
nessun albero da addobbare, solo
qualche messaggio pubblicitario
nella posta a mentire un sentito
augurio – e il suo ventre che, lei
non sa, trattiene vita e porta avanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo l’ago e il pennello su greta rosso.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: