l’ago e il pennello

28 ottobre 2014 § Lascia un commento

lui avrebbe detestato il silenzio, avrebbe voluto
una festa: così ho provato, col timore quieto che
nessuno venisse, un’urna vuota di cenere che
custodivo con immotivata ansia. piatti ammucchiati
da lavare per settimane, divertimento o una noia
mortale, cosa pensare, cosa attendermi. questo
detto il mio tentativo si fermava al pensiero, non
organizzavo festa alcuna, nessun invito mandato,
un cimelio di azione impossibile da concretizzare,
una promessa inesaudita, una menzogna sotto
ogni aspetto. i resti di me cesellati e inutilizzabili.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo l’ago e il pennello su greta rosso.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: