l’ago e il pennello

8 ottobre 2014 § 6 commenti

i tuoi capelli acconciati come
una marea, il porticato e la sua
pulizia di linee: tracciavo un
parallelo, un guinzaglio che
portava dal marciapiede alla
materia delle tue calze di
seta, e il vetro irregolare (pulito
a carta) dal quale ti saresti
affacciata al mattino presto
cercando conferma del sole
o della pioggia presentiti al
risveglio. partivi di sabato e
tornavi di lunedì, la sera pulivi
le foglie delle piante con l’olio
e il cotone – io non avevo di te
che un resoconto appena
cinematografico, un intreccio
di particolari talvolta discordanti.

Annunci

§ 6 risposte a l’ago e il pennello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo l’ago e il pennello su greta rosso.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: