cantiere

2 agosto 2014 § Lascia un commento

la tempesta dovrebbe spostarsi verso
nord, le condizioni migliorare, invece
resta l’allarme – feroce e irrompente –
del mare che sale, il fiume che sale, il
lago che sale anch’esso, soglie non
riparabili e mancanza di barriere, così
arretriamo verso nuclei inscindibili e
chiediamo aiuto. la tragedia ha nome
o non ne ha, la tragedia è un tessuto
che ricamiamo riccamente di pianti.

nella trasmissione dell’abbraccio
perdemmo il senso primo delle cose:
l’acqua, l’atmosfera, la terra. non noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo cantiere su greta rosso.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: