cantiere

29 luglio 2014 § Lascia un commento

erano gemmazioni nelle pieghe profonde
delle mani, una mappa precisa di quartieri
spontanei e corrosivi, le vene fittissime a
dirne le strade. ti insegnavo le svolte, le
soste, i dissesti nel porfido e la fine
dei marciapiedi, ti indicavo un affresco
vicino a terminare, grattavo le superfici
per ammetterti ai segreti del marmo, un
disgraziato filo d’erba, la città fra le dita,
la sua stretta sui nostri fianchi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo cantiere su greta rosso.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: