cantiere

18 maggio 2014 § 1 Commento

andare avanti non è una distrazione, è un rimprovero
che facciamo alle cicatrici immaginarie dei nostri ventri.
apriamo il mattino di schianto, come sfondando ante difettate,
non tolleriamo mai che ci prenda dolcemente la luce o
ci accarezzi il suo pulviscolo tiepido – ma qui c’è
uno stacco di scena. la mia ceramica vuota, la tua
in pezzi. c’è un ordine da considerare che sovverte la vita,
gli impeccabili percorsi che abbiamo solo dichiarato come
decisi, le mani a frange e a lame sul creato: e soprattutto sull’
increato, roba da niente, tutto da rifare, tutto rifatto e neppure
iniziato, questo non accade ed è accaduto sempre, terreni,
una volta vuota di astri sotto la quale argomentiamo

soli.

Annunci

§ Una risposta a cantiere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo cantiere su greta rosso.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: