19 marzo

20 marzo 2014 § Lascia un commento

sono binari polverosi siti
nell’ombra dei tuoi occhi,
imprecisi come tuo padre
sull’orlo di un sogno, chino
sul parquet di una stanza
sconosciuta, a impacchettare
un oggetto. ogni notte preghi
perché il sogno arrivi, con
l’unico risultato di spingerlo
sempre più lontano, insonne
e inesaudita, compressa e
decimata nell’istante interminabile
in cui lui ti dice non ero morto,
solo ti eri dimenticata di me
e le pareti dell’esistenza
mi sono crollate addosso.
ora tormenti quei binari
ispessiti e scuri, ci sfreghi
sopra le dita stanche e nervose,
muovi la pelle e ne tormenti
i percorsi tortuosi. siamo
stanchi di ricevere mezze
risposte alle domande che
nemmeno sognavamo
di porre. ogni sogno è un
tormento imposto sui corpi
senza vita di un passato remoto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo 19 marzo su greta rosso.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: