il ritardo

9 febbraio 2014 § Lascia un commento

malgrado tutto cucivo il mio sangue al tuo
facendone scialli molto ricamati, che non
dessero modo di vedere quanta pelle mia
unissi ai punti, – e la fioritura era così
tardiva, immeritata quasi, da costringermi
a dire no, no, no, e no ancora, negavo la presenza,
annotavo sacrifici, ti parlavo delle cose e delle
mie folli missioni – quasi non fosse un dire
la vita, e farla, ogni parola che ti toccava
dalle mie ossa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo il ritardo su greta rosso.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: