29 settembre 2011 § Lascia un commento

(in partenza per palermo)

lia.3

25 settembre 2011 § Lascia un commento

mi bagno nell’acqua instabile delle assenze quando erano presenze
non evito le situazioni ambigue, ragione in più
questa per dirmi ancora folle – tuttavia ora so di non sapere.
e rimango felice a prendere il telo di un amore che non perde e non vince
per asciugarmici a fondo le inquietudini.

lia.2

23 settembre 2011 § Lascia un commento

il porto sicuro nel quale non sono mai approdata
il gesto squallido con cui lui avvia la testa di lei verso la zona pubica
l’intangibilità dei sogni in cui lei si offre a un uomo diverso e uguale
le lattine arrugginite che lui pone a perimetro del suo cuore.
lia e tutti i suoi nomi interrotti di prima che le dicessero non andartene.

lia

23 settembre 2011 § Lascia un commento

le parole che mancano alle parole per farsi suono
ricucire un bordo che sfilaccia come ricordi di canneti
il saluto lasciato piano, gentile, pudico
volendolo freddo come un pezzo di ghiaccio:
il graffio delle parole che mancano alle parole per farsi lettera
imbucarsi magari ma sempre e solo fra le mani
non più fra bocche che usiamo solo per tossirci.

(cardio.3)

9 settembre 2011 § Lascia un commento

tutto continua nel mondo degli umani e io non voglio
far aspettare ciò che potrebbe succedere

chissà se qualche significato possa accadere
o se dire SONO IO sia davvero
l’attenzione che l’essere al mondo merita o forse dirlo
con gentilezza, ne ha ogni patologico diritto
questo mio servizio limousine del cuore – o del cazzo.

(cardio.2)

9 settembre 2011 § Lascia un commento

se il nostro cuore sia nascosto sotto un viluppo di
nastri o alghe o cinghie umide

se si chiami amore
o come quello che abbiamo in mezzo alle gambe
e che un giorno picchia e l’altro accarezza.

(cardio)

5 settembre 2011 § Lascia un commento

in troppi a fingere che non sia poi così importante
smarcando i corrispettivi del cuore a forza dalle mani
le componenti del cuore a scuoterci dai piedi e
noi a fingere che non sia poi così importante
considerare se alla fine, alla fine siamo davvero
in ciò che viviamo o sostiamo a margine
attendendo lo sgombero del cuore.

Dove sono?

Stai visualizzando gli archivi per settembre, 2011 su greta rosso.