Poesie a Dio – Viatico

23 aprile 2010 § 1 Commento

Riuscirai a ritrovare il mio viso fra gli innumerevoli volti scaturiti dalle tue mani?
Mi disegnerai fino a cancellarmi?
Mi coprirai d’inchiostro per reincidermi daccapo?

§ Una risposta a Poesie a Dio – Viatico

  • Fulvio Sguerso ha detto:

    E pensare che possiamo crearci
    e ricrearci tutte le volte
    che ci riscopriamo vivi
    dopo un pericolo mortale:
    potevo non esserci più,
    anzi, posso non esserci
    in qualsiasi momento (tale
    è lo stato mortale)
    e sentire che sono qui
    ora proprio io a volermi
    così come sono,
    a riconoscermi per come
    non sono, a non desiderare
    nient’altro che la parte
    a me destinata dall’origine
    del mondo e a volere
    quello che è, soltanto quello che è,
    e alla fine non ci sia
    più distinzione alcuna tra quello
    che mi accade e quello che accade.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Poesie a Dio – Viatico su greta rosso.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: