Intima.1

19 aprile 2010 § 4 commenti

(Così annoto:
la mia poesia è disonesta
come sono disonesta io
che della mia poesia non rivoglio occupare)

§ 4 risposte a Intima.1

  • Fulvio Sguerso ha detto:

    “Pecche” o peccati? Ho commesso un peccato di omissione. Ovvero, mi sono difeso con una rimozione bella buona. Insomma, predico bene (si fa per dire) e razzolo come una “brutta bestia”. Più inopportuno di così…………

    "Mi piace"

  • Fulvio Sguerso ha detto:

    Gentile poetessa Greta,
    è verissimo: la poesia è una mezza maledizione, anzi, diciamo pure che è una maledizione (Rimbaud docet), ma forse che vivremmo meglio senza di lei? Quanto a me, non potrei vivere un momento di più (ma credo sia lo stesso per te). E poi, che cosa significa “vivere meglio”? Su quel “meglio” bisogna intendersi: per me vivere meglio significa vivere in senso pieno, cioè autenticamente e senza paura di essere, o meglio, di diventare quello che veramente sono. Non è detto che ci riesca: conosco le mie pecche e le mie “resistenze” inconfessabili, ma so che non ho altra strada. E questa strada non è percorribile se ci nascondiamo dietro alle maschere che ci fabbrichiamo. L’ideale del poeta, io credo, è come quello del santo che vive ogni attimo della sua vita “come se” fosse al cospetto di Dio. Che cosa possiamo mai nascondere al (buon?)Dio?
    Un sincero e fraterno saluto “inopportuno” dal tuo sempre meno ignoto (spero)corrispondente Fulvio.

    "Mi piace"

  • greta rosso ha detto:

    la poesia, fulvio
    è una brutta bestia, una mezza maledizione
    che s’infila sempre inopportuna
    per portare alla luce cose che, sapessimo nascoste e involate,
    vivremmo meglio.

    "Mi piace"

  • Fulvio Sguerso ha detto:

    La poesia, di per sé,
    e se è vera poesia,
    non può che essere
    disvelamento di verità,
    di quella del poeta, certo,
    ma anche, e insieme,
    della mia se l’ascolto,
    e più l’ascolto più misuro
    la mia distanza dall’originaria
    scintilla universale,
    e dal logos che era in principio.
    In principio o alla fine?
    Nel principio c’è già,
    iscritta, la fine.
    Sicut erat in principio………..

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Intima.1 su greta rosso.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: