19 luglio 2009 § 2 commenti

Il figlio di qualcun altro è spesso in imbarazzante anticipo
cerca quindi di dissimularlo fingendo di fare altro, o di avere una storia per
giustificarsi, ma poiché è figlio di qualcun altro la sua non è mai la storia giusta.
Nella maggior parte dei casi il figlio di qualcun altro è molto gentile
conosce le buone maniere perché, essendo figlio di qualcun altro,
deve tenere lontane le possibili occasioni di rimprovero
gli anziani e i bambini gli siedono accanto volentieri, gli chiedono un aiuto
per alzarsi, lui acconsente con calma, più spesso subisce, mette da parte
per giungere ad accanirsi sui proprio nervi, quando sarà solo, la sera.
Il figlio di qualcun altro è spesso solo, la sera. Non che gli amici lo evitino,
è lui a dire di no. Il più delle volte. Dice devo svegliarmi presto, dice ho
lavorato molto, sono troppo stanco, davvero. Siede davanti alla tv e pensa,
non segue i programmi, a volte però la battuta di un attore lo coglie impreparato.
Il figlio di qualcun altro cerca di non trovarsi mai impreparato, sa arrangiarsi
senza chiedere aiuto o informazioni, in genere pone pochissima fiducia
nelle persone. Perché essere figlio di qualcun altro non è cosa da condividere,
ma una vocazione fallata, impropria, che distacca dall’abitudine all’ereditarietà e
alla fratellanza. Le compatibilità gli sono eleggibili, il più delle volte fallimentari
o semplicemente un sentiero assurdo. E’ solitario statisticamente, conscio
della propria difformità indivisibile, periodica. Comprende lo stato delle cose
più di quanto non abbia voglia di parlarne, il figlio di qualcun altro non
deve spiegazioni, nessuno l’ha mai tenuto fermo. Sono passate occasioni sbagliate,
senza residui per le sue strade: non si è fatto prendere, nessun marchio.
Essere figlio di qualcun altro è ritenuta cosa riprovevole, è risaputo, e questo
dovrebbe riguardarlo appieno. Ma le sue mani grandi gli fanno maschera di padre.
Il figlio di qualcun altro non si svela mai. Potremmo credere di riconoscerne qualcuno
aiutandoci con qualche direttiva inconsistente, e sbagliare puntualmente.
O svegliarci una mattina in età avanzata e constatare che lo siamo stati tutta una vita.

§ 2 risposte a

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo su greta rosso.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: